Bellaz! 2.0: quando lo slang diventa festa

L'associazione culturale Il Buco approda sabato 24 agosto dalle 18 alle 24 in Piazza Lietzmann a Torbole, per la seconda edizione del loro evento di fine estate.

Bellaz! 2.0: quando lo slang diventa festa

di Giulia Leccese

L’evento, che ha visto la partecipazione della nostra radio all’interno della sua prima edizione, nasce dalla volontà di offrire un ultimo momento di spensieratezza prima dell’inesorabile ripresa della routine autunnale, tra sessione e lezioni. “Da quando l’associazione “il Buco” si è costituita nel 2016” ci spiega la presidente Francesca Musolino, “ci siamo focalizzati sulla relazione tra i giovani e il territorio, per cercare nuovi linguaggi e canali per raccontarlo attraverso il nostro punto di vista.” Organizzato dall’associazione culturale giovanile iI Buco di Riva del Garda e finanziato dal Piano Giovani Alto Garda e Ledro, BELLAZ! 2.0 riunisce i ragazzi dell’Alto Garda e dintorni la sera del 24 agosto in Piazza Lietzmann a Torbole. Musica, cibo, laboratori sono le proposte di questa seconda edizione, resa possibile grazie alla collaborazione tra più associazioni e gruppi informali del territorio, prevalentemente giovanili.

La sinergia trova il suo fulcro nel binomio streetfood/musica, intorno al quale si svilupperanno per tutto il corso della serata due laboratori: quello di linoleografia, guidato da Margherita Paoletti, durante il quale sarà possibile personalizzare e stampare la maglietta o la shopper con l'artwork di questa edizione di BELLAZ! ed il laboratorio LIS (Lingua dei Segni Italiana) gratuito per tutti, curato dall'Ente Nazionale Sordi di Trento. La serata si aprirà quindi alle 18.30 con il duo acustico Good Wine, che potreste già aver avuto la possibilità di apprezzare durante qualche aperitivo in Facoltà, seguito alle 20.00 dal dj Remo’o, all’anagrafe Lorenzo Remondini. Finale a sorpresa e novità assoluta di questa edizione sarà Sbraaahh, format progettato dalla mente ingegnosa di Marco Ziliani, eclettico musicista di Arco, che a partire dalle 21.00 accompagnerà con ironia le esibizioni di chiunque voglia esibirsi, con una forte interazione con il pubblico presente.

Quindi, non ci resta che alzare gli occhi da libri e manuali, abbandonare per una serata le aule studio, tuffarci nel Garda e, una volta risaliti a galla, esclamare: BELLAZ!

 

img. source: www.facebook.com

Altro su Sanbaradio

“La ricerca va in città”, che ha coinvolto i ricercatori dell'università di Trento per le vie del centro, ha visto la sua perfetta conclusione nello spettacolo “Vite Sintetiche”
Grande successo per un percorso musicale che ha raccontato il conflitto visto attraverso gli occhi dei grandi compositori europei.
Siete sicuri di sapere cos'è un racconto? Qual è la linea di demarcazione tra letteratura e teatro? Abbiamo chiacchierato con alcuni tra i finalisti!

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio