Unibz ha una nuova presidente

Dopo 8 anni a capo del Prof. Bergmeister, il nuovo CdU sarà diretto dalla Prof.ssa Tappeiner

Unibz ha una nuova presidente

di Giorgia Roda

Proviene dall’Università di Innsbruck dove è stata preside della facoltà di Biologia, è a capo dell’Istituto per l’Ambiente Alpino di Eurac Research ed è esperta di ecologia sociale nelle regioni montane, cambiamenti climatici e servizi ecosistemici. La nuova presidente della Libera Università di Bolzano (Freie Universität Bozen), la Prof.ssa Ulrike Tappeiner, è stata ufficialmente nominata venerdì 9 febbraio, durante la prima riunione del nuovo Consiglio dell’Università.

Il Consiglio ricopre un ruolo strategico all’interno di unibz. Si occupa infatti di fondare nuove facoltà o centri per la didattica e la ricerca, elaborare piani di attività o attivare spin-off e start-up, oltre che del bilancio dell’intero ateneo. Dopo 8 anni alla guida del Prof. Konrad Bergmeister, durante i quali l’università è stata portata al raggiungimento di risultati d’eccellenza tramite la nascita di collaborazioni tra le università dell’EUREGIO, nuovi corsi di studi e sostegno al plurilinguismo, il nuovo CdU è pronto a cogliere una delle “sfide più emozionanti dell’Alto Adige”, come ha definito il suo compito la neo presidente.

Il CdU rimarrà in carica, come di consueto, per i prossimi quattro anni e, oltre alla Prof.ssa Tappeiner, è composto dalla Prof.ssa Heidi Siller-Runggaldier, dal Dr. Francesco Grillo, dall’imprenditore bressinese Harald Oberrauch, dal Prof. Alexander Steinkasserer, dal rettore di unibz Paolo Lugli, dal direttore amministrativo Günther Mathá e da Nicola Pifferi, in rappresentanza degli studenti.

Immagine: Ufficio stampa Libera Università di Bolzano

Altro su Sanbaradio

La classifica annuale del Times Higher Education incorona unibz.
Unibz si prepara ad accogliere studenti da tutta Europa per l’evento più atteso al piccolo ateneo.
Il main coordinator racconta l’organizzazione da parte degli studenti di unibz
Convenzione tra la Libera Università di Bolzano e la Fondazione Bruno Kessler: sinergie nella ricerca e nella didattica.

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio