Festa dell'Euregio 2017: tradizione e futuro, con uno sguardo all'università

Reportage da Pergine Valsugana

Festa dell'Euregio 2017: tradizione e futuro, con uno sguardo all'università

di Nicola Pifferi

Tre territori in festa, è tornata anche per il 2017 la Festa dell'Euregio, quest'anno a Pergine Valsugana. Una festa che raccoglie la cultura comune di Trentino, Sudtirolo e Tirolo Austriaco in un momento di incontro, scambio e festeggiamento

La mattinata di domenica 17 settembre si è aperta con la sfilata delle bande sociali e delle Schützenkompanien dell'Euregio che, assieme ai tre presidenti hanno raggiunto il Parco dei Tre Castagni, dove ad aspettarli c'era la popolazione, pronta a celebrare i sei anni del GECT tirolese

Il dialogo dei tre presidenti non si è però limitato ai festeggiamenti, si è parlato infatti anche di Università. "Il nostro territorio ha la fortuna di avere tre atenei che sono fiori all'occhiello a livello europeo" hanno convenuto i the Landeshauptleute Kompatscher (Bolzano), Platter (Innsbruck) e Rossi (Trento) (nella foto da sinistra a destra). E si pensa a una maggiore collaborazione: "Non solo a livello accademico, dove siamo già partiti, ma magari anche con lo scambio di best practices nel campo del diritto allo studio" ha sottolineato il presidente trentino (e attuale presidente dell'Euregio) Ugo Rossi. Kompatscher, invece, ha sottolineato la forza dell'ateneo sudtirolese di unibz, dove a breve partirà un master per dirigenti pubblici e che sta anche lavorando a un nuovo spazio, all'interno del nuovo NOI techpark bolzanino, in cui sperimentare sulla sensoristica e la sostenibilità ambientale. Platter, infine, ha ricordato come l'inpegno principale dell'Euregio nell'Università stia nella mobilità: "Migliori possibilità di mobilità accademicama anche semplicemente nei trasportidanno migliori chance ai nostri giovani".

Non solo discorsi e università, però, nella Festa dell'Euregio 2017: ma anche musica, sia nella mattinata con le bande sociale e le Musikkapellen, sia nel pomeriggio con i ragazzi di Upload sounds e poi i Bastard Sons of Dioniso.

Immagini: Ufficio Stampa Provincia Autonoma di Trento

Puoi embeddare il player utilizzando il codice qui sotto: 

Altro su Sanbaradio

Con "Brexit" si parlava solo di "exit", e la campagna per il "remain" era decisamene più lieve.
Dopo 14 anni alla Technische Universität München, Paolo Lugli diventa rettore alla Libera Università di Bolzano.
Si è parlato di ricerca e di giovani nella tredicesima giunta del GECT del 19 ottobre 2016, ma anche di viabilità e di migranti.
Scegliere il proprio cammino universitario a Trento e Bolzano è più semplice grazie alla "Settimana di orientamento alla scelta universitaria".

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio