La riforma delle tasse universitarie

La riforma delle tasse universitarie

di Lorenza Giordani

Addio all’ICEF e alle sue tredici fasce. La scorsa settimana il cda dell’università di Trento ha approvato la riforma del sistema di tassazione, inserendo grosse novità.

Le tredici fasce con cui era organizzata la tassazione lasciano il posto ad un sistema personalizzato, basato su una funzione continua e calcolato in base alla propria condizione economica. Si vuole in questo modo inserire un sistema più equo e aderente alle reali situazioni economiche, senza però danneggiare chi contribuisce di più, grazie ad una clausola per cui le tasse non potranno aumentare più del 20% per ciascuno. Al netto dei cambiamenti non dovrebbero esserci perdite per le casse dell’università, dato che il gettito verrà semplicemente rimodulato.

Nessuna tassa di Ateneo sarà invece prevista per coloro che dovessero avere un ISEE inferiore a 26000€: per loro rimane da pagare solamente la tassa d'iscrizione (che è intorno ai 200 euro) e quella per il diritto allo studio (attorno ai 156 euro).

L’ICEF  lascia il posto all’ISEE, permettendo in questo modo di poter effettuare il calcolo in qualsiasi CAAF d’Italia, senza doversi necessariamente recare in Trentino. L’ISEE dovrà essere ricalcolato ogni anno, anziché ogni due; questo sempre per mantenere la massima aderenza alle situazioni reddituali reali.

Ancora, il pagamento delle tasse verrà spalmato su tre rate anziché due, allo scopo di pesare meno sulle tasche delle famiglie.

Una delle grosse novità è sicuramente l’introduzione della mobility card: si tratta di una carta che al prezzo di 50€ permette di viaggiare su tutti i mezzi pubblici del Trentino. In questo modo studenti fuori-sede, in sede, pendolari, potranno risparmiare notevolmente sul biglietto del treno, poiché pagherebbero il prezzo del biglietto a partire dalla prima stazione fuori regione.

La riforma arriva dopo due anni di lavori della rappresentanza studentesca di ateneo, e con grande gioia di rappresentanti, studenti e genitori, non si vede l’ora venga attuata.

Altro su Sanbaradio

Ancora una competizione, organizzata dall'associazione ELSA Italia, per permettere agli studenti di diritto di mettere alla prova le prove abilità.
Alle otto dell'otto Ottobre l'ex CSM di Trento è stato occupato dal collettivo Refresh. A che pro? Ce lo raccontano loro.
Ultimi posti disponibili per i corsi che il circolo Q. Tonini Amici del Legno di Trento mette a disposizione degli studenti in collaborazione con l'Opera Universitaria
Torna Radiofeccia ogni giovedì in diretta dalle 20.00

Radio universitarie

Login utente

Con il supporto di

Powered by

coopmercurio