Borse di studio per i trentini "in trasferta"

Stanziati 164.000 Euro a favore di chi si è immatricolato fuori provincia.

Borse di studio per i trentini "in trasferta"

La Provincia di Trento ha stanziato per l'anno accademico 2014-2015 164.000 Euro per borse di studio a favore degli studenti trentini che frequentano corsi di laurea in atenei delle altre regioni o nei paesi dell'Unione Europea. 

Sarà l’Opera Universitaria di Trento ad emanare un bando di concorso a favore degli studenti interessati dal provvedimento. Nel limite delle risorse disponibili e in via residuale, potranno beneficiare delle borse anche gli studenti iscritti a corsi che rientrano in classi di laurea attivate anche dall’Ateneo trentino, ma che frequentano corsi con piani di studio palesemente diversi da quelli dell’Università di Trento. Le borse di studio potranno essere assegnate solo agli studenti che, dopo essere risultati idonei al conseguimento della borsa di studio presso l’ente per il diritto allo studio dell’Università di iscrizione, non ne abbiano beneficiato a causa dell’esaurimento dei fondi. L’importo delle borse di studio deve essere corrispondente all’importo che gli studenti avrebbero percepito nella sede di appartenenza.    All’Opera Universitaria di Trento è stato dato anche incarico di emanare un bando di concorso a favore di studenti residenti in provincia di Trento da almeno tre anni alla data di pubblicazione del bando che si iscrivono a classi di laurea presso università che hanno sede in paesi comunitari. In questo caso sono ammessi gli iscritti all’estero nel caso in cui i corsi non siano attivati presso l’Università di Trento. Non possono concorrere gli studenti che già beneficiano di borse. L’importo delle borse di studio verrà calcolato con i criteri per la valutazione del merito e della condizione economica dei richiedenti utilizzati per l’assegnazione ordinaria delle borse di studio agli studenti iscritti all’ateneo trentino.   D.C.

Altro su Sanbaradio

Due posti disponibili alla «Casa alla Vela» della Cooperativa SAD, dove giovani ed anziani condividono spazi ed esperienze per crescere insieme.
Ogni anno la Provincia stanzia 6,5 milioni di Euro: il 50% in più della media italiana. L'assessora Ferrari: «Rivedremo alcune misure»
Stasera serata conclusiva dell'"Ateneo dei racconti".
Nuova sede per Coni e associazioni sportive. Modifiche sostanziali alla struttura

Radio universitarie

User login

Con il supporto di

Powered by

coopmercurio