Armanini è il nuovo prorettore vicario

De Pretis: «Scelto perché incandidabile». Collini in corsa per la successione?

Armanini è il nuovo prorettore vicario

«Cari colleghi, cari componenti della nostra comunità accademica, in vista delle mie prossime dimissioni, dovute alla mia nomina a giudice costituzionale, ho ritenuto opportuno che, nel periodo che si concluderà con l’insediamento del nuovo Rettore, le funzioni di Prorettore vicario, fino ad oggi svolte dal Prof. Paolo Collini, siano esercitate da un componente del Senato accademico che si trovi in condizioni di non candidabilità. Ho affidato perciò le funzioni di Prorettore Vicario al Prof. Aronne Armanini, Prorettore per i processi valutativi e componente del Senato con maggiore anzianità di servizio».

Con questo messaggio la rettrice dimissionaria Daria De Pretis ha comunicato la nomina del nuovo prorettore vicario. Armanini, ordinario di idraulica al Dipartimento di Ingegneria Civile, ambientale e meccanica, è componente del Senato accademico e prorettore responsabile dei processi valutativi. 

Una mossa che conferma i tanti rumors che vedono il prof. Paolo Collini, già preside della Facoltà di Economia e braccio destro della prof.ssa De Pretis in quest'anno e mezzo di mandato come probabile successore della neo-eletta alla Corte Costituzionale. (B.D.)

Altro su Sanbaradio

Dopo l'addio al rettorato di Daria De Pretis, l'Università va verso nuove elezioni, che dovrebbero avere luogo ad inizio 2015. Ecco chi vota e quanto "pesano" le diverse categorie.
"In valigia le foto con il mio staff e la Costituzione italiana"
Depositate le candidature: sarà una sfida a due tra l'ex "braccio destro" di De Pretis e lo sfidante che punta alla discontinuità.

Radio universitarie

User login

Con il supporto di

Powered by

coopmercurio