Bugarach: non ha visto lei stesso qualcosa brillare nel cielo? Effettivamente sì, erano stelle.

Bugarach: non ha visto lei stesso qualcosa brillare nel cielo? Effettivamente sì, erano stelle.

Bugarach, 194 abitanti, tranquillità e solita routine. Improvvisamente, il caos.  La notizia che il piccolo paese sia l’unico luogo dove salvarsi dall’imminente apocalisse del 21 Dicembre 2012 si diffonde a macchia d’olio e folle di stravaganti stranieri invadono il villaggio. Le reazioni degli abitanti, inizialmente turbati e assorti dalla notizia, successivamente indifferenti e quasi deridenti, vengono analizzate singolarmente lasciandoci riflettere su  come, anche in tempi di crisi, ognuno sia ugualmente interessato a guadagni materiali: la fama, l’avidità, le proprie ossessioni.

Infatti, ciò che colpisce di più è il fatto che nessuno tra gli abitanti sembra credere alla fine del mondo ma piuttosto sfruttano l'evento come mezzo per ottenere ciò che vogliono. Un esempio emblematico è Slide, il ragazzo mago, che incitato dall'ardente desiderio dei genitori di conquistare la fama, si esibisce con trucchi di magia davanti a folle di turisti.

I luoghi mistici di Bugarach incantano tanto gli escursionisti del film quanto gli spettatori, partecipi dello straordinario spettacolo floristico e il susseguirsi di eventi visti dalla prospettiva degli abitanti della zona donano al film quel tocco in più.

Stefania

Altro su Sanbaradio

Undici ragazzi, un Festival e un blog: ecco la novità che abbiamo in serbo per la sessantaduesima edizione del Trento Film Festival
Giovani climbers si sfidano sui palazzi del centro storico di Trento.
Tutto esaurito per la prima proiezione cinematografica della 62° edizione del Trento Film Festival
"Ci sono persone che non si arrendono facilmente"

Radio universitarie

User login

Con il supporto di

Powered by

coopmercurio