TALETE: il nuovo percorso di formazione degli studenti UniTN

TALETE: il nuovo percorso di formazione degli studenti UniTN

Un nuovo percorso di formazione dell'Università di Trento, dedicato agli studenti dei dipartimenti di Ingegneria e Sociologia e Ricerca sociale, con l'obbiettivo di qualificare il profilo professionale degli ammessi, potenziandone la vocazione internazionale: tutto questo è TALETE, honours programme di derivazione anglosassone che permetterà agli studenti di UniTn di formarsi in parallelo al loro normale percorso di studi.

TALETE, acronimo di Talenti E Territori, è un percorso superiore di formazione complementare ai temi dell'interdipendenza globale, alla prima edizione, lanciato dall'università da pochissimi giorni. L'ossatura del progetto è costituita da workshop, corsi fondamentali e opzionali, mobilità internazionale e tirocinio in azienda, che avranno l'obbiettivo di fornire ai partecipanti gli strumenti per affrontare le sfide lavorative che il contesto globale odierno propone, preparandoli ad un mercato del lavoro complesso che richiede, oltre al sapere tecnico specifico, una spiccata apertura al panorama internazionale e competenze trasversali.

Oltre a ciò, il programma punta anche alla valorizzazione del contesto locale, in stretta collaborazione e costante dialogo con interlocutori nazionali e internazionali.

TALETE, sviluppato dall'Università di Trento e dal Centro per la Formazione alla Solidarietà internazionale, è rivolto agli studenti iscritti al Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Meccanica (DICAM) e al Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale (DSRS) per i corsi di laurea magistrale in Ingegneria Civile (LM-23); Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (LM-35); Gestione delle organizzazioni e del territorio (LM-88); Ingegneria Energetica (LM-30); Metodologia, organizzazione, valutazione dei servizi sociali (LM-87); Sociology and social research (LM-88).

Le iscrizioni chiuderanno il giorno 26 agosto alle ore 14:00: possono presentare la domanda per i 10 posti disponibili gli studenti in corso iscritti al primo anno di laurea magistrale che abbiano ottenuto un minimo di 18 CFU e quelli iscritti al secondo anno che abbiano conseguito un minimo di 48 CFU.

Gli studenti che saranno ammessi riceveranno una borsa di studio per lo svolgimento dell’attività legata alla preparazione della tesi all’estero con un periodo minimo di permanenza pari a 3 mesi. L’impegno richiesto corrisponde a un totale di 24 CFU aggiuntivi rispetto alla formazione curricolare.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Altro su Sanbaradio

Dal 29 gennaio alle 14.00 on-line il secondo capitolo dell'inchiesta
Il dibattito organizzato dagli amici de L'Universitario per le elezioni studentesche 2018

Radio universitarie

User login

Con il supporto di

Powered by

coopmercurio