SanbaNews - Contemporaneamente

SanbaNews - Contemporaneamente

Piani inversi. FIIC-Festival Internazionale di Incisione. Fino al 3 dicembre a Trento

Allo Spazio FoyEr di Trento (Via G. Galilei, 26) il dialogo tra il FIIC-Festival Internazionale di Incisione e il mondo teatrale continua e si fa più intenso grazie al sodalizio con Fantasio-Festival Internazionale di Regia Teatrale che per la sua 23° edizione viene omaggiato con una cartella di stampe che ne ripercorre la storia: “Piani inversi”. Nove artisti si sono confrontati con i testi teatrali che hanno segnato la storia di Fantasio: il risultato è una raccolta di incisioni accompagnate da estratti di famose opere di teatro, stampate a caratteri mobili. Le incisioni, realizzate da otto artisti di spicco nel panorama dell’incisione contemporanea, già segnalati nelle precedenti edizioni del FIIC, suggeriscono percorsi narrativi insoliti all’interno delle grandi opere prese in esame, mentre le fila del racconto suggerite dalle opere teatrali vengono riprese nelle stampe a caratteri mobili dell’incisore veneto Luigi Golin.

Ingresso: gratuito
Orari: lunedì dalle ore 16.00 alle 19.00; dal martedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
www.spaziofoyer.it
 

AFTER/DOPO. Fino al 31 dicembre a Borgo Valsugana

Allo Spazio espositivo Montura di Borgo Valsugana è allestita la mostra AFTER/DOPO, curata da Giovanna Calvenzi. Nasce dalla volontà di indagare la Val di Sella a seguito della distruzione causata dalla tempesta Vaia nel corso del 2018. Nel corso del 2019 e del 2020, gli artisti Olivo Barbieri, Giacomo Bianchi, Luca Campigotto, Paola De Pietri, Giovanni Hänninen, Martino Marangoni, Paolo Pellegrin, Moira Ricci, Alessandro Scotti e Massimo Vitali sono stati invitati da Arte Sella nel 2019 e nel 2020 per documentare, con uno sguardo personale, le conseguenze di questo evento. L’esposizione, attraverso la narrazione fotografica, arricchita dall’intervento grafico di Clare Lillingston e dal racconto di Alberto Amoretti, documenta una realtà ambientale mutata e dà un senso a un evento che ci ha lasciati basiti, ricordando come in un brevissimo lasso di tempo si sia distrutto un mondo che ci apparteneva.

Ingresso: gratuito
Orari: tutti i giorni 10.00-12.00 / 15.00-19.00. Martedì- Venerdì: 10.00-12.00 / 16.00-18.00. Sabato-Domenica: 10.00-12.30 / 16.00-19.00. Lunedì: chiuso
Spazio espositivo Montura - Corso Ausugum, 55 - Borgo Valsugana (TN)
 

Huomini d’armi, lettere e religione. Solandri illustri dal Cinquecento al Novecento. Fino al 9 gennaio 2022 a Caldes

Castel Caldes ospita la mostra “Huomini d’armi, lettere e religione. Solandri illustri dal Cinquecento al Novecento” che documenta l'attività di alcuni dei più importanti personaggi che, nel corso dei secoli, hanno avuto i natali nella Val di Sole e tra questi, in particolare, quanti hanno dato un contributo significativo alla cultura e all'arte del loro tempo. Articolata in cinque sezioni la mostra fa conoscere le vite di questi personaggi con racconti, ritratti, stampe, libri, medaglie, sculture e fotografie. Le opere in mostra provengono dalle collezioni del Museo del Buonconsiglio, dalla Biblioteca Comunale di Trento, dalla Fondazione Museo Storico, dal Comune di Caldes, da comuni e parrocchie del territorio, e da collezionisti privati. La mostra è curata da Maddalena Ferrari, Salvatore Ferrari e Denis Ton.

Ingresso: gratuito. Prenotazione obbligatoria ON LINE (www.smartbooking.it) oppure telefonando al numero 0461 492811, tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00.
Orari: Dal 9 novembre al 17 dicembre aperto sabato e domenica dalle ore 9.30 alle ore 17.00 (apertura straordinaria lunedì. 6 dicembre) con la possibilità di apertura per gruppi e scuole solo su prenotazione. | Dal 18 dicembre al 9 gennaio aperto tutti i giorni tranne i lunedi, il 25 dicembre e il 1 gennaio.
www.buonconsiglio.it
 

Omaggio a Depero dalla sua valle. Fino al 13 febbraio 2022 a Cles

Il Palazzo Assessorile di Cles ospita una vasta antologica sul grande artista Fortunato Depero nato in Val di Non nel 1892. Curata da Marcello Nebl e Maurizio Scudiero, l’esposizione racconta il legame dell'artista alla valle attraverso due diversi canali che corrono paralleli all’interno dell’allestimento. Il percorso della mostra segue un profilo cronologico, affrontando le principali fasi della lunga esperienza artistica e creativa di Fortunato Depero. Al pianterreno di Palazzo Assessorile la prima sezione descrive la partenza dalla valle in giovane età e l’arrivo a Rovereto, dove l’artista frequenta la Scuola Reale Elisabettina assorbendo inizialmente influenze mitteleuropee. La seconda sezione racconta il primo avvicinamento ai profumi delle novità futuriste, il conseguente trasferimento a Roma e l’adesione al movimento sul finire del 1914 grazie all’interessamento di Giacomo Balla.

Ingresso: gratuito
Orario: dal martedì alla domenica 10.00 - 12.00 / 14.30 – 18.00. Lunedì chiuso; chiusure straordinarie 25 dicembre 2021 e 1 gennaio 2022.
www.comune.cles.tn.it
 

TECHNO. Fino al 16 marzo 2022 a Bolzano

Il Museion di Bolzano presenta TECHNO, il primo capitolo di TECHNO HUMANITIES, un programma a lungo termine che toccherà tutti gli spazi, gli aspetti e i componenti di questa istituzione. TECHNO mette insieme temi emersi dai confronti tra umanità, ecologia, tecnologia ed economia e include una mostra collettiva internazionale che occupa tutto l’edificio di Museion, un public program, un rave diurno e il TECHNO Reader — un’antologia di testi critici commissionati per l’occasione sulla techno e la globalizzazione. La mostra in particolate si articola su tre temi — Libertà, Compressione ed Esaurimento — e mette al centro l’esperienza della techno, scegliendola come lente con cui esaminare una condizione umana e un ordine sociale contemporanei. Museion invita un gruppo internazionale di artisti e artiste, teorici e teoriche e produttori e produttrici a esplorare in che modo i fenomeni culturali legati alla techno si siano intrecciati alla maniera con cui oggi sperimentiamo le nostre identità. TECHNO è curata da Bart van der Heide, direttore di Museion, in collaborazione con un team di ricerca internazionale.

Ingresso: 10,00 € intero, 5,00 € ridotto intero (Età 65+, studenti, guest card, Fai, Italia Nostra, MART, Ferdinandeum), 7,00 € ridotto speciale (uno o più piani in allestimento), 3,50 € ridotto speciale (Età 65+, students, guest card, Fai, Italia Nostra, MART, Ferdinandeum)
Ingresso gratuito: per tutti, ogni giovedì dalle ore 18.00 alle ore 22.00. Per bambini e giovani fino ai 18 anni. ICOM, AMACI, Amici del Museion Presse, SKB, Museumobilcards, unibz, Forum members.
Orario: dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 18. Giovedì aperto fino alle ore 22 (ingresso consentito fino a 30 minuti prima della chiusura).
www.museion.it

 

(a.b.)

Altro su Sanbaradio

Cosa vedere in questi giorni
Cosa vedere in questi giorni
I migliori eventi della settimana appena iniziata!
Da Venerdì 6 alle Albere una mostra dedicata alla seta e all'arte contemporanea, e sabato 7 musiche e danze giapponesi in Arsenale.

Radio universitarie

User login

Con il supporto di

Powered by

coopmercurio