Un’officina digitale per l’artigianato

Un’officina digitale per l’artigianato

di Giorgia Roda

Avrà luogo mercoledì al nuovo parco tecnologico di Bolzano il workshop di introduzione alle tecnologie di stampa 3D, con frese CNC e con laser cutter. Ci sarà la possibilità di visitare il Makerspace e di dialogare con ricercatori e professionisti del settore provenienti da Germania, Austria e Italia. Tra questi Martin Laarmann a capo di Make Germany GmbH, Paolo Gregori, direttore di ProM Facility di Trentino Sviluppo e Marco Fellin, Project Manager di FabLabNet del MUSE di Trento.

È proprio l’incontro tra ricerca e aziende ciò a cui punta il NOI Techpark, inaugurato solamente lo scorso ottobre e già scelto da grandi aziende come centro di sviluppo nei settori delle tecnologie alimentari, dell’automazione e delle tecnologie verdi e alpine. Ben 20 laboratori sono a disposizione delle imprese in collaborazione con 6 istituti di ricerca: Fraunhofer Institute Italia, Eurac Research, Libera Universita? di Bolzano, Centro di sperimentazione agroforestale Laimburg, Eco Research, Agenzia CasaClima. I 12 ettari su cui si sviluppa il polo sono stati ricavati dal recupero di un complesso industriale costruito nel 1937 per la produzione di alluminio. Il recupero di Alumix ha trasformato l’area anche in un quartiere ecosostenibile: l’edificio è infatti ricoperto di pannelli fotovoltaici.

La partecipazione al workshop è gratuita grazie al finanziamento del progetto da parte del Fondo europeo di sviluppo regionale e Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020.

Immagine: wikimedia

Altro su Sanbaradio

Si è parlato di ricerca e di giovani nella tredicesima giunta del GECT del 19 ottobre 2016, ma anche di viabilità e di migranti.

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio