Live@Brasile. Al via lo scambio culturale in chiave "rock"

Live@Brasile. Al via lo scambio culturale in chiave "rock"

Domenica 6 novembre sei band emergenti provenienti dal Trentino partiranno alla volta del Brasile per uno scambio culturale della durata di quindici giorni con i circoli degli emigrati trentini presenti in quel Paese, attraverso un tour musicale di sette date.

Il progetto, denominato "Il Trentino per i Trentini nel mondo: live@Brasile", è coordinato dall’associazione "Trentini nel mondo" o.n.l.u.s., con il partenariato della Società Cooperativa Mercurio e la collaborazione della Provincia autonoma di Trento. È un’iniziativa promossa nell’ambito delle politiche giovanili che si propone – tra l’altro - di offrire un’occasione di crescita professionale e di arricchimento culturale ai gruppi rock del Trentino.

Il Brasile come meta del tour è stato proposto dal’Associazione Trentini nel mondo, perché in quel paese la presenza giovanile negli oltre sessanta Circoli trentini è ovunque molto consistente e fra i giovani di vari Stati esiste una consolidata rete di rapporti. Grazie a questo progetto, ci sarà la possibilità di far conoscere ai coetanei in Brasile alcuni dei più significativi artisti e gruppi emergenti del Trentino, un "iceberg" che sta affiorando sempre più prepotentemente e che merita un’adeguata valorizzazione.

I gruppi musicali protagonisti di questa esperienza oltreoceano – selezionati sulla base di specifici criteri fra oltre sessanta artisti e formazioni - sono il cantante reggae Anansi (già vocalist di Roy Paci & Aretuska e partecipante a Sanremo Giovani 2011), Bob and the apple (rock), Gio_veNale (elettronica), Next Point (hard rock), Nibraforbe (electro-pop) e Resando (electro-rock).

Per i suoi contenuti, i suoi protagonisti ed i suoi destinatari, il progetto si colloca in una prospettiva di assoluta novità rispetto alle iniziative di scambio culturale organizzate fino ad ora nell’ambito dell’emigrazione trentina.

Il tour avrà la durata di due settimane e si terrà dal 6 al 20 novembre 2011, toccando sette città del Brasile appartenenti agli Stati di Paranà, Rio Grande do Sul e Santa Catarina.

Le location specifiche sono state scelte di concerto con i responsabili dei circoli trentini in Brasile: Florianopolis, Porto Alegre, Bento Gonçalves, Sananduva, Luzerna, Curitiba e Presidente Getulio. Quest’ultima tappa nello Stato di Santa Catarina coincide, inoltre, con il soggiorno formativo per i giovani delle collettività trentine in Brasile che si terrà dal 12 al 20 novembre.

E la città di Presidente Getulio, sede di un Circolo trentino, è anche uno dei comuni nei quali è stato dichiarato lo stato di calamità in settembre, a seguito delle inondazioni verificatesi dopo una pesante alluvione. Per questo motivo, i concerti delle band trentine in terra brasiliana si propongono anche come momento di sensibilizzazione del pubblico in relazione a tali tristi avvenimenti. Durante i concerti, saranno difatti

raccolti dei fondi a offerta libera e dei generi di conforto non deperibili da destinarsi alle famiglie trentine danneggiate dall’alluvione.

Il tour e l’intero progetto potrà essere seguito anche in Italia, attraverso il sito www.trentininelmondolive.it e grazie a Sanbaradio (www.sanbaradio.it), la web radio degli studenti dell’Università di Trento facente parte del network RadUni e Ustation.it, che si occuperà dell’Ufficio Stampa del progetto.

Tutto il tour sarà documentato in tempo reale su supporto audio-video, multimediale e scritto e i concerti saranno trasmessi in streaming. Ma, "Il Trentino per i Trentini nel mondo: live@Brasile" non è un progetto che si svolgerà soltanto in territorio sudamericano. Infatti, sono stati previsti due spettacoli musicali anche in Trentino. Uno si è già svolto con grande successo di pubblico il 29 settembre scorso nel giardino dell’Auditorium Santa Chiara di Trento, quale "lancio" della spedizione trentina in Brasile.

Il secondo concerto avverrà, invece, nel mese di dicembre. Nel corso di quest’ultima serata sarà presentato anche il video-documentario dell’esperienza, che sarà realizzato da due giovani video-makers di origine trentina: il regista Matteo Scotton, già autore dei video di Anansi e in finale al "Premio Videoclip Indipendente 2011", e il direttore della fotografia Marco Menestrina.

Tutto questo a testimonianza della volontà di condividere i risultati di questo progetto di scambio culturale con l’intera comunità di riferimento.

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio