Gli ultimi proclamati...

Gli ultimi proclamati...

Saranno gli ultimi dottori proclamati alla vecchia maniera gli studenti di sociologia e studi internazionali che si laureeranno il prossimo 24 giugno all’università di Trento. Dopo la revisione del regolamento accademico infatti per i percorsi triennali non ci sarà più la cerimonia di proclamazione contestuale alla consegna della pergamena, nonché al conseguimento del titolo vero e proprio, ma sarà celebrata in una o due cerimonie di ateneo annuali che accomuneranno gli studenti di tutti i dipartimenti. In un primo momento il regolamento sarebbe dovuto entrare in vigore a partire dalla prossima sessione di laure, ovvero, per i laureandi del dipartimento di sociologia, proprio il prossimo 24 giugno.

Considerato il brevissimo preavviso, la decisione era stata comunicata solo il 15 maggio via e mail, i laureandi in sociologia e studi internazionali hanno però alzatole barricate, pretendendo di poter conseguire il titolo con le modalità del vecchio ordinamento considerato che non hanno potuto approfittare delle nuove regole che prevedono delle tempistiche più favorevoli per consegna di tesi e svolgimento degli esami.

Nel corso di un’assemblea straordinaria organizzata lunedì con i rappresentanti degli studenti e una rappresentante dell’ufficio offerta formativa gli studenti che si laureeranno il 24 giugno non hanno ceduto: a mo’ di testuggine romana hanno insistito per tre ore sulla necessità di poter essere proclamati dottori assieme agli studenti delle magistrali, contrari a ricevere il titolo via posta in previsione di una fantomatica cerimonia di ateneo che si svolgerà chissà quando. Dopo aver argomentato per tutto il pomeriggio, molti dei laureandi avevano già organizzato l’evento con tanto di biglietti aerei e ferie presi dai parenti lontani, gli studenti hanno ottenuto dai rappresentanti la promessa di proporre in consiglio di facoltà che la riforma entrasse in vigore da settembre, come avverrà negli altri dipartimenti. Nella mattinata di mercoledì, grazie all’impegno dei rappresentanti, al sostegno di alcuni professori e al parere favorevole del rettore, la proposta è stata approvata, per la gioia dei laureandi che potranno così essere proclamati dottori come previsto.

“Gli ultimi proclamati” hanno così potuto tirare un sospiro di sollievo e avvisare amici e parenti che l’evento si svolgerà senza intoppi. Da settembre comunque per tutti i dipartimenti il nuovo regolamento sarà effettivo, anche se la maggior parte degli studenti ancora non ha colto la novità e tantomeno capito il regolamento. Quel che è certo è che per i percorsi triennali non ci sarà più la proclamazione, e nemmeno la tesi: sarà sostituita da una elaborato valido come un comune esame, che potrà essere consegnato fino a 15 giorni prima della data dell’appello di laurea, senza discussione. Gli esami si potranno sostenere fino a 3 giorni prima. Delle nuove “cerimonie di Ateneo” si sa ancora poco e niente: sarà compito degli studenti informarsi sulle nuove regole nei diversi dipartimenti. Il caso degli studenti di sociologia ha dimostrato cuna cosa però: impegno, fermezza, informazione sono fondamentali per essere parte dei procedimenti in cui si è coinvolti.

(di Liviana Concin)

Altro su Sanbaradio

Scarso preavviso e differenze tra facoltà. Si chiedono risposte!
Dal 29 gennaio alle 14.00 on-line il secondo capitolo dell'inchiesta
On-line il secondo capitolo dell'inchiesta di Sanbaradio e I Know a Place
Questo pomeriggio l'incontro con i rappresentanti per andare a fondo della questione

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio