5 buone ragioni per non perderti I Suoni delle Dolomiti 2022

Dal 22 agosto al 23 settembre torna la rassegna di musica e natura sulle montagne del Trentino

5 buone ragioni per non perderti I Suoni delle Dolomiti 2022

Fai parte del pubblico affezionato del Festival? Oppure è la tua prima volta ai Suoni? Ecco 5 buoni motivi per rivisitare o scoprire alcuni dei palchi naturali più belli delle Dolomiti e la loro musica.

 

1. Ecologici ed ecologisti fin dalla nascita

I Suoni delle Dolomiti sono ambientalisti per natura. L’idea con qui nascono nel 1995, infatti, è quella di portare un ampio pubblico a scoprire la magia, la poesia e la musica che l’ambiente montano esprime e può ispirare. Spettatori e musicisti, zaini e strumenti in spalla, risalgono a piedi i sentieri fino a conche, prati, radure e cime. La natura diventa un palcoscenico esigente, che impone di rinunciare alle comodità tecnologiche, ma altrettanto generoso: la musica dialoga con il paesaggio, gioca con l'eco, insegue una folata di vento. Il silenzio della montagna diviene esso stesso parte della partitura.

 

2. Musica per tutti i gusti

Forse non lo sapevi, ma I Suoni sono una rassegna eclettica e sfaccettata: oltre ai concerti di musica classica potrai ascoltare tanti artisti jazz e pop. Quest’anno non mancherà la canzone d’autore, con concerti di Alice Phoebe Lou, Stefano Belisari, in arte Elio, e Max Gazzè, e nemmeno la world music: protagonista dell’edizione 2022 è la musica armena, con il National Chamber Choir of Armenia.

 

3. Meditazione e condivisione

“L’estate sta finendo”, cantavano i Righeira, e la montagna va verso l’autunno. È il periodo giusto per prenderti una giornata di pausa e di meditazione, per raccoglierti in te stesso e stare in ascolto. Ma anche per condividere: I Suoni delle Dolomiti sono una grande famiglia, fatta di artisti disposti a mettersi in gioco, di un pubblico fedele e appassionato e di organizzatori che ci mettono il cuore. Insomma, da soli o in compagnia i concerti in alta quota sono sempre una buona occasione per stare bene.

 

4. I trekking che non ti aspettavi

Hai già visto i Laghi di Bombasèl sul Lagorai? O hai aspettato l’alba sui prati di Prà Martin, con vista sul Catinaccio? I Suoni delle Dolomiti ti portano alla scoperta di cime, laghi, malghe e rifugi che forse non hai ancora esplorato. Tutti i luoghi dei concerti sono raggiungibili in autonomia, ma puoi anche partecipare a un’escursione con le Guide Alpine del Trentino. Non solo: da quest’anno puoi anche prenotarti per un’escursione in E-mountainbike con gli Accompagnatori di MTB. Alcuni dei concerti, inoltre, sono accessibili anche alle persone con disabilità, utilizzando gli impianti di risalita o le navette a pagamento.  

 

5. Gratuiti

Tutti i concerti del festival sono gratuiti! Come scrivono gli organizzatori, “il vero prezzo da pagare per partecipare ai concerti del festival è la voglia di esserci, alzandosi presto al mattino, affrontando la montagna e la natura con atteggiamento rispettoso”. L’unico evento a pagamento è il trekking dal 10 al 12 settembre sulle Dolomiti di Brenta, con lo speciale accompagnamento del violoncellista Mario Brunello, uno degli storici organizzatori del festival, e il musicista armeno Gevorg Dabaghyan, massimo specialista vivente del Duduk, antico strumento ad ancia in legno di albicocco.

 

Guarda il calendario e trova l’evento adatto a te. Il programma completo della rassegna è disponibile qui.

 

A cura di Viola Ducati

 

Altro su Sanbaradio

Ancora una competizione, organizzata dall'associazione ELSA Italia, per permettere agli studenti di diritto di mettere alla prova le prove abilità.
L'incontro sulla democrazia diretta indica prospettive possibili strade per una diversa democrazia
L'incontro a Giurisprudenza lo dice bene: un decreto riorganizzativo e non molto originale, che rischia di creare problemi futuri.
Se i figli si ammalano e il futuro appare incerto, le vie percorribili sono due: chiudersi nel dolore o reagire. Stefano Schirato ha ritratto chi lotta contro una terra matrigna.

Radio universitarie

Login utente

Con il supporto di

Powered by

coopmercurio