“Possessed by care about the details”

Intervista a Jay Rutherford a Designerds 2016

“Possessed by care about the details”

di Giorgia Roda

Non è molto comune vedere insieme le parole “Designer” e “Nerd”. Cosa intende lei quindi con la parola “Designerds”?

Dipende. Credo che molti designer non pensino a sé stessi come dei nerd. Penso però a molte altre persone, e penso a quello a cui si è riferito Martin Osen: quando inizi a pensare alla crenatura, ai titoli, alla spaziatura tra una lettera e l’altra. Non decido da solo, ho iniziato a pensare al mio nome sul badge quindi J, A, Y. La A e la Y sono troppo lontane l’una dall’altra ed ho iniziato a pensare “oh lo creno qui” poi ho pensato “non essere così nerd!”. E poi ancora il raggio degli angoli di un portatile… tutte queste piccole cose dettagliate. Dio è nei dettagli ed altri invece dicono che il diavolo sia nei dettagli ed è a questi che pensano i nerd: i dettagli. È una specie di essere posseduti dalla cura per i dettagli. È quello che fanno molti designer. Anche il design stesso è un mondo piuttosto vasto, per esempio mia moglie è architetto ed è una designer, veramente. Decide come dovrebbe apparire un edificio, ed entra nelle cose. Sai, ci sono delle “leggi” su come dovrebbero essere le cose, lei combatterà: “dobbiamo seguire queste leggi in questo caso?” e poi c’è il direttore, e lei lotta contro il direttore a volte. “il direttore dice che dovrebbe essere in pari, ma apparirebbe meglio e sarebbe più comodo se sopra fosse 5 cm più lungo”. E lei lotta per questo. Mi comporto io stesso così. Ci sono come delle “leggi” su quali caratteri possano andare insieme, e sono un insegnante e dovrei essere d’accordo con queste. Nel senso, non mescoleresti mai il serif e il sensitive sulla stessa pagina. Perché? Stupidaggini! Certo che li mischiamo, otteniamo un contrasto! Quindi si tratta anche di andare contro ciò che dicono gli esperti.

Crede quindi che un designer dovrebbe in un certo senso essere un po’ nerd?

Fino ad un certo punto. Intendo, socialmente i nerd…nel senso, molti designer si considerano nerd e ne vanno fieri. Come quando parlavo delle donne che vogliono essere nerd: le ragazze nerd sono orgogliose di essere nerd e sono orgogliose di essere viste come tali, perché c’è, non so, qualcosa di tradizionalmente maschile in questo.

Intervista originale in inglese

Immagine: Designerds

Puoi embeddare il player utilizzando il codice qui sotto: 

Altro su Sanbaradio

Bisogna sempre pensare "outside the box"? Non si può essere anche "Happy inside the box"?
"It's the end of design as we know it". I designer di oggi diventeranno obsoleti un domani?
Prima edizione di Designerds, il format che il prossimo 14 ottobre animerà l'EURAC di Bolzano con conferenze e confronti.
<p>Designer e nerd insieme? Chi ha detto che non &egrave; possibile?</p>

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio