“Laurea is coming”!

Pronti al lancio di tocchi e feluche sabato 13 maggio in Piazza Duomo

“Laurea is coming”!

di Anna Kovaleva

Il motto della casa Stark diventerà a breve anche quello di un numeroso gruppo di studenti e studentesse di Trento che, sabato 13 maggio, si riuniranno in Piazza Duomo per celebrare il conseguimento della laurea. La cerimonia pubblica, arrivata ormai alla quarta edizione, avrà come protagonisti i migliori neodottori e le migliori neodottoresse di ricerca di ogni scuola di dottorato dell’Ateneo, nonché i neolaureati e le neolaureate che hanno sostento l’esame di prova finale nel periodo ottobre 2016-marzo 2017.

Il Corteo accademico partirà alle ore 10:50 dal Rettorato, in via Calepina 14, per arrivare in Piazza Duomo intorno alle 11.

La cerimonia sarà accompagnata dal rettore dell’Università degli Studi di Trento Paolo Collini. Saranno inoltre presenti Alessandro Andreatta, sindaco di Trento, Sara Ferrari, assessora all’università e ricerca della Provincia autonoma di Trento e Innocenzo Cipolletta, presidente del Consiglio di amministrazione dell’Ateneo.

Interverranno anche Leonardo Bottaro, laureato nel 2009 in Mediazione Linguistica per le Imprese e il Turismo all’Università di Trento e ora Head of Swatch & Sports International (Swatch Ltd, Svizzera) e Nicole Bizzotto, miglior laureata tra chi partecipa alla cerimonia di sabato 13 maggio. Il diploma verrà consegnato agli studenti e alle studentesse dal rettore Paolo Collini e dal prorettore vicario Flavio Deflorian.

Al termine della cerimonia pubblica siate pronti a intonare l’inno degli universitari “Gaudeamus igitur” e a lanciare i tocchi e le feluche sulle note dell’ ”Halleluja” di Händel.

Gli studenti desiderosi di assistere all’evento, ma costretti a passare il sabato mattina in biblioteca in vista dell’imminente sessione, potranno seguire la cerimonia in diretta streaming su: http://events.unitn.it/cerimonia-laurea

In allegato il programma completo.

Altro su Sanbaradio

Fa il pieno di studenti, la proiezione del film "Sulla mia pelle", organizzata Amnesty Trento e incentrata sugli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi.
Tutta da vivere l'ASD Intrecciante, squadra che quest'anno ha portato all'interno del campionato amatori di calcio, il tifo per antirazzismo e integrazione.
Questo il titolo della rassegna a Rovereto che accompagnerà gli interessati in un viaggio attraverso una delle maggiori piaghe di ieri e di oggi: il razzismo.
Siete sicuri di sapere cos'è un racconto? Qual è la linea di demarcazione tra letteratura e teatro? Abbiamo chiacchierato con alcuni tra i finalisti!

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio