urbano

La città ideale è costruita per le persone

La città ideale è costruita per le persone
Come rendere le città in cui viviamo più a misura di persona? Perchè questo è essenziale nel 21° secolo? Lo spiega l'architetto e designer danese Jan Gehl.

di Giorgia Roda

Tutta mia la città. L'intervista.

Federico Zappini ai microfoni di Sanbaradio

Tutta mia la città. L'intervista.
Davide intervista Federico Zappini, organizzatore del Festival che per una settimana anima via Suffragio

 

Da dove arriva il nome del Festival?

Il nome del festival è evidentemente uno scherzo...il ricordare una canzone, un ritornello che rimane comunque in testa e utilizzarlo per veicolare un messaggio.

E quale è il messaggio profondo di “Tutta mia la città”?

Sketchring, artisti al lavoro

Un disegno a tante mani per via del Suffragio a 360 gradi

Sketchring, artisti al lavoro
Un cerchio di artisti per disegnare via del Suffragio

Un cerchio di sedie vuote con sopra un foglio bianco.

Tutta mia la città.

Via del Suffragio cambia prospettiva

Tutta mia la città.
Un festival che è un invito a socializzare, a condividere, stare insieme, abitando una strada e rivedendola da nuove prospettive.

 

Condivisione, scambio, socialità, dialogo, comunità. Queste sono solo alcune delle parole chiave che hanno costruito il progetto di “Tutta mia la città”, il festival che da lunedì 15 fino a sabato 20 settembre, reinterpreta l'idea di spazio pubblico e lo fa nella centralissima Via del Suffragio.

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio