Sport e ambiente: il plogging è l’ultima tendenza dal Nord Europa

Sport e ambiente: il plogging è l’ultima tendenza dal Nord Europa

di Giorgia Roda

Mai sentito parlare di Plogging? Si tratta dell’ultimo trend proveniente dalla Svezia che unisce sport e attenzione verso l’ambiente. Inizialmente ideata da Erik Ahlström (nella foto) nel 2016 questa singolare attività prevede la corsa, “jogging”, e, dallo svedese, il “plocka upp”, vale a dire la raccolta di rifiuti. Ebbene sì, tra un affondo e uno squat i cosiddetti plogger contribuiscono alla pulizia delle strade svedesi e non solo. In Svezia la community di plogger organizza eventi giornalieri, come si vede sulla loro pagina Facebook, e per dare un’idea dell’impatto del fenomeno basti fare notare che il termine “plogga” è ufficialmente entrato a nel vocabolario svedese a partire dal 2017.

La moda si sta rapidamente diffondendo in Europa e negli Stati Uniti ed è giunta fino al capoluogo sudtirolese, dove sabato 12 maggio Lab:bz in collaborazione con Seab e altre associazioni bolzanine ne organizza il primo evento ufficiale #ploggingbz. Il punto d’incontro è fissato sul ponte che attaversa il Talvera in corrispondenza dei campi sportivi, allo stand Seab-Uisp, dalle ore 10:00 in poi. Nella stessa giornata ogni ponte di Bolzano sarà allestito con diversi stand per promuovere l’unione storica e culturale della città, come si legge nell’evento Giro dei ponti (Brückenrunde). L’iniziativa non nasce casualmente, ma si inserisce nel contesto della manifestazione a livello europeo Let’s clean up Europe, in corso dall’11 al 13 maggio in diverse città. Quest’ultima si propone di sensibilizzare e creare azioni concrete per la pulizia dell’ambiente in Europa, e nel corso dello 2017 ha registrato ben 13.410 iniziative.

#ploggingbz ne è un piccolo esempio. Per misurarne l’impatto a fine giornata i rifiuti raccolti dai partecipanti e restituiti allo stand, verranno pesati. Secondo i plogger svedesi contribuire alla pulizia della propria città non deve essere affatto visto come un lavoro umile, dev’essere al contrario un atto che porta soddisfazione. Attendiamo quindi sabato di vedere i neo-plogger bolzanini sfoggiare con orgoglio le loro buste di plastica.

Immagine: Jennifer Nyström - Swedes in the States

Altro su Sanbaradio

Si apre la quarta edizione del ciclo-concorso sudtirolese e anche unibz è in gara
5 appuntamenti per imparare a vivere bio
Rovereto per una settimana sarà una delle città protagoniste dell'evento che si propone di sensibilizzare giovani e meno giovani sulle tematiche ecologiche
"Un grido non un tweet", nuova iniziativa de Il Gioco degli Specchi per la salvaguardia dell'ambiente.

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio