Per un natale differente apre Spazio Natale di Emergency

Per un natale differente apre Spazio Natale di Emergency

di Lorenzo Caoduro

Sabato 16 dicembre, presso la Sala Caritro in via Garibaldi 33 a Trento, apre Spazio Natale di Emergency, uno shop natalizio in cui poter trovare prodotti equosoldali per i propri regali di Natale.

Fino al 24 dicembre dalle ore 10 alle ore 20 si potranno trovare proposte da paesi lontani come i vetri lavorati amano di Herat in Afghanistan, le borse in tessutto di Bamyan, le pashmine dal Nepal, gli scialli dal Kashmir e i cesti dal Sudan. I fondi raccoti saranno destinatiai progeti di Emergency dedicati alle vittime di guerra in Afghanistan e in Iraq, a cui l'associazione offre cure gratuite e di qualità.

Fare acquisti nello Spazio Natale Emergency significa quindi sostenere gli artigiani di paesi in guerra e le aziende solidali italiane, quelle che si impegnano nel recupero di luoghi e nel sostegno di persone e comunità, come la No War Factory, che produce i igoelli degli artigiani del Laos, o come i Girasoli Onlus, che gesticono un mandorleto confiscato alla afia sicilana ed in cui lavorano retribuiti i richiedenti asilo del centro Sprar.

Non mancheranno le esperieze immersive e a 360°. Quest'anno si potrà provare "La polvere di Ashti" un'esperienza in realtà virtuale con cui immergersi nel campo che ospita gli sfollati iracheni che hanno cercato rifugio dalla guerra.   Ad aprire l'intero evento ci sarà la conferenza "Addio alle armi" alle 18.30 con il giornalista RAI Raffaele Crocco, diettore dell'Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo, Alessandro Bertani, vice presidente di Emergency e Paola Siano, giornalista Tv di RTTR.   Per approfondimenti visitare la pagina Facebook                         

Altro su Sanbaradio

L'evento del Cordinamento Studenti Medi è una risposta contro il degrado e lo spaccio
Al via oggi al settimana dedicata alle tecnologie al servizio dei cittadini, anche in università
Sognate un'occasione per avvicinarvi alla ricerca, per uscire con la scienza? Spero di si.
Quasi pronti per la nuova sede della biblioteca universitaria dell'ateneo trentino. Assomiglia al Muse ma è molto di più

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio