rifondazione comunista

Il gioco delle parti - Il rosso e il nero: resistenza, fascismo e antifascismo 66 anni dopo

 E' stata la grande contrapposizione nella storia e nella politica italiana del secolo scorso, rappresentando dapprima uno scontro nel contesto della seconda guerra mondiale e divenendo, poi, la base ideologica sulla quale costruire l'Italia del dopoguerra assieme alla comparsa di un grande partito di centro come la Democrazia Cristiana e dei partiti laici. Il leitmotiv del rosso contro il nero sembra un tema storicamente superato ed ideologicamente svanito, ma è di pochi giorni fa la proposta di alcuni senatori del PdL, fra i quali il trentino Cristano De Eccher, di abrogare la norma che vieta, sotto qualsiasi forma, la ricostituzione del disciolto partito fascista. Così, una riflessione sul tema ma anche sui valori della resistenza e sul quanto sia difficile, ancora oggi, ragionare serenamente su questo periodo storico, si pone come necessaria e meno anacronistica di quanto possa sembrare. Quali valori ha trasmesso la resistenza? La storia ha condannato i vinti alla sconfitta o alla "damnatio memoriae"? Quali echi di quello scontro restano nella politica di oggi? Che intento ha la proposta dei senatori del PdL? E l'opera di Giampaolo Pansa? Ne parliamo con Marika Poletti (Giovane Italia - I giovani del Popolo della Libertà) e Giordano Pontalti (Rifondazione Comunista, iscritto all'ANPI e al circolo Ora e Veglia).

Il gioco delle parti - Lavoro, precariato, sindacati: le sinistre a confronto

 Le tematiche legate al mondo del lavoro sono, forse, il terreno decisivo sul quale si può decretare il successo o meno di una legislatura. Eppure, quando si potrebbe pensare alle difficoltà di una maggioranza di governo di fronte a diverse sensibilità politiche, in realtà le principali divergenze compaiono nell'opposizione e in particolar nel mondo della sinistra e dei sindacatiCGIL ormai sempre meno in accordo con CISL e UILPD diviso di fronte al caso Mirafiori e sinistra estrema fuori dal parlamento nonché in difficoltà nel rincorrere il voto degli operai: in questo panorama la crisi miete vittime, il mondo del lavoro si trasforma, i riformisti all'interno del centrosinistra inseguono Marchionne e ciò che emerge è solo una grande confusione, trasmessa poi agli elettori.
Per cercare di fare il punto sull'argomento, mettiamo a confronto le due anime principali della sinistra. In studio Alessandro Briganti (giovani del Partito Democratico) e Francesco Capodanno (responsabile provinciale dei giovani comunisti - rifondazione e delegato sindacale della corrente "La CGIL che vogliamo").

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio