PD

Il gioco delle parti - Inceneritore: necessità o scelte "differenziate"?

 La vittoria di Luigi De Magistris nella corsa a sindaco di Napoli ha alimentato la curiosità nel cercare di comprendere quale sarà la strada che verrà intrapresa per cercare di risolvere l'annosa questione dei rifiuti. Così, mentre il neosindaco sembra puntare sulla raccolta differenziata spinta, a Trento dove il porta a porta ha raggiunto quasi il 65% dello smaltimento totale dei rifiuti si progetta il nuovo inceneritore. Fra mille difficoltà, divergenze politiche, bandi andati deserti e proteste dei cittadini, la giunta di centrosinistra difende la necessità di operare questa scelta incontrando resistenze anche all'interno della maggioranza stessa con la contrarietà di Italia dei Valori, Verdi e Leali al Trentino. Per fare il punto sulla questione e per mettere in luce i differenti punti di vista all'interno del centrosinistra, ne parliamo con Rocco Di Filippo (coordinatore giovani IDV Trentino) e Andrea Vilardi (consigliere circoscrizionale in Argentario del Partito Democratico).
48:19 minutes (44.24 MB)

"Il gioco delle parti" e "RS" presentano: Speciale Ballottaggi

 In occasione del lungo spoglio del lunedì dopo i ballottaggi per decretare i sindaci di importanti città tra le quali Milano, Napoli e Cagliari, "Il gioco delle parti" di Andrea Bonetti e "RS" di Roberto Sassi hanno tenuto una lunga diretta in collaborazione ricca di commenti, analisi, interventi del pubblico, ospiti in studio e collegamenti telefonici con alcuni rappresentanti dei movimenti giovanili di partiti nazionali. Fra questi Alessandro Briganti (Partito Democratico), Giuseppe Marino (Italia dei Valori), Lorenzo Fellin (Popolo della Libertà) e Jacopo Zannini (Sinistra, Ecologia e Libertà). Di seguito il podcast, diviso in quattro parti, dell'intera diretta.

  1. 25:53 minutes (35.56 MB)


  2. 30:43 minutes (42.18 MB)


  3. 19:51 minutes (27.26 MB)


  4. 41:05 minutes (37.62 MB)

Il gioco delle parti - Distanze di sicurezza: criminalità, spazi pubblici e percezione

 Non è di molto tempo fa la polemica relativa all'area del centro storico di Trento nei pressi della stazione dei treni e di piazza Dante dove non è raro che accadano risse, furti o i cosiddetti "turbamenti della quiete pubblica". Tra chi dà la colpa all'alta concentrazione di stranieri nell'area e chi afferma che il fenomeno è più mediatico che reale, torna al centro del dibattito il problema della sicurezza o, per meglio dire,della percezione che hanno i cittadini del livello di sicurezza nella loro città. Non solo a Trento, infatti, si discute di questo problema: in tutte la città, in particolar modo nelle aree vicine alle stazioni dei treni, si percepisce il fastidio dei residenti che mal sopportano il degrado nel quale versano i parchi e le aree urbane circostanti. Ma quello della sicurezza è un problema reale o uno spettro alimentato per fini politici? La stampa come si pone di fronte agli eventi di cronaca? Le amministrazioni comunali, in particolar modo a Trento, fanno abbastanza per cercare di risolvere questo problema? Ne parliamo con Francesco Crepaz (Partito Democratico) e Davide Franceschini (Lega Nord Trentino). Nel corso della trasmissione verrà trasmesso un contributo con interviste raccolte in strada e fra i negozianti (anche stranieri) che lavorano nei dintorni di Piazza Dante, Via Roma e Via Cavour.
45:31 minutes (41.68 MB)

Il gioco delle parti - Lavoro, precariato, sindacati: le sinistre a confronto

 Le tematiche legate al mondo del lavoro sono, forse, il terreno decisivo sul quale si può decretare il successo o meno di una legislatura. Eppure, quando si potrebbe pensare alle difficoltà di una maggioranza di governo di fronte a diverse sensibilità politiche, in realtà le principali divergenze compaiono nell'opposizione e in particolar nel mondo della sinistra e dei sindacatiCGIL ormai sempre meno in accordo con CISL e UILPD diviso di fronte al caso Mirafiori e sinistra estrema fuori dal parlamento nonché in difficoltà nel rincorrere il voto degli operai: in questo panorama la crisi miete vittime, il mondo del lavoro si trasforma, i riformisti all'interno del centrosinistra inseguono Marchionne e ciò che emerge è solo una grande confusione, trasmessa poi agli elettori.
Per cercare di fare il punto sull'argomento, mettiamo a confronto le due anime principali della sinistra. In studio Alessandro Briganti (giovani del Partito Democratico) e Francesco Capodanno (responsabile provinciale dei giovani comunisti - rifondazione e delegato sindacale della corrente "La CGIL che vogliamo").
51:20 minutes (47 MB)

Radio universitarie

Login utente

Powered by

coopmercurio